Militanza privilegiata :)

nonrassegnata
Non fraintendetemi, non intendo dire che la collega Marina Boscaino è privilegiata, ma che privilegiato è il suo punto di vista, essendo sia insegnante, sia giornalista.
Una militanza che va avanti da tempo su testate nazionali e altri articoli in rete e che ora ha il suo nuovo spazio su un blog: stampa non rassegnata.
Giustissimo, non rassegnamoci.

Annunci

Libertà di informazione, informazione per la libertà.

isfbanner.jpg

È scaricabile, gratuitamente dall’home page dell’editore, il dossier sulla libertà di stampa creato per i ragazzi delle medie da BBN editrice.
Scrive il curatore:

Quello del giornalista è un mestiere che richiede, per essere efficace, di essere svolto senza pressioni esterne e senza censure.
Non sempre è così: a volte è difficile reperire le informazioni in base alle quali scrivere le notizie, altre è troppo faticoso, altre volte ancora ci si accontenta di ciò che si trova subito, senza preoccuparsi di “far suonare le due campane”, di verificare cioè se esistano opinioni diverse rispetto a quelle della persona che si sta intervistando.
Fare del buon giornalismo, perciò, richiede due condizioni: la possibilità di poter pubblicare liberamente le notizie (i fatti, non le proprie opinioni) e la capacità professionale di scrivere articoli corretti, completi ed equilibrati. Anche su argomenti scabrosi o scomodi, senza avere paura, perché i lettori hanno il diritto di essere informati al meglio. Non è sempre facile, soprattutto in alcuni Paesi del mondo, come testimoniano i brani che seguono. Ma, tuttavia, bravi giornalisti continuano ad essercene: anche a loro spetta il compito di salvaguardare la libertà di tutti.

Il dossier è stato creato con la collaborazione dell’associazione giornalisti Information Safety and Freedom, che ha concesso la pubblicazione gratuita di alcuni articoli selezionati fra quelli ritenuti più adatti a ragazzi di quella fascia d’età e brevemente commentati.
Information Safety and Freedom è un’associazione, libera da ogni ancoraggio ideologico e politico, costituita da giornalisti ed esperti di diritti umani e comunicazione di tutto il mondo.

Una scuola con i fiocchi (e i grembiulini…)

http://www.flickr.com/photos/oishi/

Decidete di avere qualche minuto per leggere.
No, non pensate di tornare in un momento più tranquillo, dopo, con più calma… si sa come vanno queste cose. Orsù, spegnete un attimo il fornello e leggete ORA.

Vi segnalo due articoli freschi freschi, come al solito copioincollo un pezzettino, il resto lo trovate su retescuole.net.

Il primo:

[…]
Ma bisogna – credo – stare attenti. Soprattutto agli umori, ai modi di pensare, a ciò che si va a smuovere nell’opinione pubblica – dentro e fuori la scuola – con certe uscite.
[…]
Ma se esco un attimo dall’ambito scolastico e provo – come si dice – a contestualizzare, e faccio caso che le notizie sulla scuola stasera al telegiornale venivano subito dopo quelle sulla “tolleranza zero”, e quindi su un uso che personalmente considero demagogico e sbagliato del bisogno di sicurezza che indubbiamente le persone hanno…se mi accorgo del silenzio che sta coprendo i ripetuti e sempre più espliciti attacchi della chiesa alla legge sull’aborto e alla laicità dello Stato, se penso ai partiti e al modo come si muovono, se insomma ancora una volta provo a respirare “l’aria che tira” in questo paese, la preoccupazione diventa qualcosa di più.
[…]

L’articolo completo, di Sandra Coronella, si trova qui.

Il secondo:

[…]
Forse facilitati dall’essere pedagogisti di governo, i nostri eminenti non hanno resistito alla umana e comprensibile tentazione di pubblicare e lanciare sul mercato quello che erano andati seguendo per il ministero.
[…]
Indicazioni per il curricolo
Scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado
pp. 248
cm 13×24
ISBN: 978-88-6137-192-7
Prezzo: solo € 10,00

L’articolo completo, di Gianluca Gabrielli, si trova qui.