Gli orari degli insegnanti

18 ore e tre mesi di vacanza… ma quando mai!

Eppure, in questi giorni di polemiche sugli stipendi degli insegnanti e sul loro presunto far niente, questo è il commento che si sente e legge più spesso.
Incredibile come questo luogo comune delle 18 ore (e delle vacanze lunghe) sia diffuso. Ed è FALSO.
I genitori, la gente tutta, chiunque non insegni, non pensa che alle 18 ore di cattedra (più le supplenze al volo, visto che i soldi per i supplenti non ci sono) si aggiungono tante altre ore altrettanto necessarie?
Oltre alle classiche ore per preparare le lezioni, a quelle per correggere i compiti, a quelle per valutare i nuovi testi scolastici, a quelle per l’aggiornamento (sì, non tutti, ma perché penalizzare quelli che lo fanno e non quelli che non lo fanno?), si sono aggiunte in questi anni sempre più ore “burocratiche”.
Una marea.
I tre mesi di vacanza, poi, va bene quando sono 45 giorni.
Spesso con il nuovo libro di testo appresso, per conoscerlo bene a settembre.

Una Risposta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: