Per ricordare che a volte ritornano…

Un museo virtuale delle intolleranze e degli stermini: parte da tre concetti base (la costruzione del nemico, il linguaggio dell’odio, l’immagine dell’immigrato), chiamati “intolleranze quotidiane”, per svilupparsi in alcuni percorsi storici, dal Colonialismo italiano al genocidio degli armeni, dagli omosessuali sotto il nazismo al delirio dell’eugenetica.
Da vedere e commentare in classe.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: